A Lexis Thymis, dal greco: Mancanza Parola Emozione

Diverse ricerche hanno confermato che la malattia psicosomatica classica si associa alla marcata difficoltà di espressione dei sentimenti, stile comunicativo incolore, con estrema attenzione per i più piccoli dettagli della realtà esterna e assenza o forte riduzione delle fantasie legate alle pulsioni.

Si definisce cosi l’ALESSITIMIA (mancanza-parola-emozione), cioè l’insieme delle caratteristiche cognitive e affettive riscontrate in molti pazienti affetti da disturbi psicosomatici.

La preziosità dell’intervento psicoterapeutico in questi casi consiste nel mettere in atto tecniche condivise con il paziente, che favoriscano l’espressione delle emozioni esperite, attraverso l’utilizzo del linguaggio affettivo e cognitivo, che implica la conoscenza dei propri stati emotivi/come ci si sente.

Un particolare deficit dell’espressione verbale degli affetti è stato riscontrato in soggetti tossicodipendenti, o con disturbi dell’alimentazione…

Please follow and like us:

Psico – Autunno

Oggi sto accogliendo in Studio i mei pazienti in una cornice perfettamente autunnale, con luce, colori e profumi che chiamano Calore.

Il Calore di uno Psicologo è alimentato in primis dalla sua capacità di Empatia, che è uno degli strumenti preziosi, che si raffinano con l’esperienza, in un animo predisposto e appassionato 💜

Amo il mio lavoro ogni giorno di più!

Please follow and like us:

LA SEPARAZIONE DEI GENITORI ED IL FAR TESORO DELL’ESPERIENZA

Nell’evento separativo si sperimenta un senso di perdita e disorientamento che viene superato solo quando si è in grado di FAR TESORO DELL’ESPERIENZA.

Cosa significa?

Tutti coloro che sono coinvolti in una separazione – dal punto di vista emotivo – devono ridefinire il proprio Sè.
La separazione coniugale infatti mette in crisi la rappresentazione di se stessi tanto più i ruoli e le identità erano connessi alla vita coniugale e familiare.

Il fatto della separazione è sempre connotato da una elevata conflittualità e nessun rapporto finisce mai di punto in bianco; spesso gli ex coniugi intraprendono contese giudiziarie dolorose e rancorose per l’affidamento dei figli e di solito la decisione di separarsi è conseguente ad un periodo prolungato di profonda crisi ed insoddisfazione durante il quale non si riesce più a stare bene insieme, si mira ad obiettivi diversi e inconciliabili, non si fa che discutere, regna una importante distanza emotiva e una mancanza di comunicazione. Leggi tutto “LA SEPARAZIONE DEI GENITORI ED IL FAR TESORO DELL’ESPERIENZA”

Please follow and like us:

Il gioco nella terapia

Il Gioco permette al bambino e al terapeuta di vivere insieme in una dimensione che permette ad entrambi di essere uno nella mente dell’…altro, co-costruttori di uno spazio e dimensione in cui il bambino si racconta e racconta ciò che avviene in quel momento nella relazione con il terapeuta.

Il bambino racconta storie attraverso il Gioco e durante il Gioco che riflettono lo sviluppo del transfer, delle relazioni oggettuali e delle identificazioni con le funzioni mentali dell’adulto.

Attraverso lo strumento del Gioco, si dissolvono i confini tra il bambino e il terapeuta dando il via ad uno spazio di campo emotivo che assume funzioni creative, trasformative, vera essenza del cambiamento.

Siegal sostiene che la relazione di un bambino con un adulto contiene anche le esperienze più difficili del bambino stesso, e mediante una relazione terapeutica è possibile far si che il bambino riesca a digerire, elaborare e condividere le esperienze in cui ha sperimentato emozioni forti e difficili, diventando capace di riconoscerle ed esprimerle, condividendole.

Difese, modalità relazionali, ansie e reazioni del bambino, condivise con quelle del terapeuta, fanno si che il bambino si senta al sicuro e sereno nel raccontare e narrare ciò che sta accadendo in lui e attorno a lui, in un clima di Fiducia e Sintonia

Please follow and like us: